Seguici sui social:

Seguici su Facebook  Seguici su GooglePlus  Seguici su twitter

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

[Guida 2017] Con questo articolo, diamo seguito ad una serie di guide dedicate all'acquisto di dispositivi informatici. E' questa la volta delle stampanti.

Chi giunge a leggere questa pagina, probabilmente non sa quale stampante comprare. Se è cosi, sei giunto nel posto giusto! In questa guida cercheremo di spiegare nel modo più semplice possibile il funzionamento dei vari tipi di stampanti affinché ogni uno possa scegliere in autonomia la stampante da comprare, in funzione delle sue esigenze. Prima di procedere, riteniamo sia utile dare un'occhiata ai cosiddetti parametri di stampa. La conoscenza di questi parametri ci aiuterà a scegliere quale stampante comprare.

I parametri che caratterizzano una qualsiasi stampante sono essenzialmente i seguenti:

  • Interfaccia: ovvero il tipo di collegamento al computer, seriale (ormai in disuso), USB, Bluetooth, Wi-Fi, ecc.
  • Formato carta: la dimensione, lo spessore, il tipo di supporti di stampa che la stampante è in grado di accettare (carta, buste ecc). Il più diffuso è il formato A4, ma alcuni modelli usano formati minori, in genere per le foto, oppure formati superiori, A3, A2 ecc.
  • Numero di colori primari: ovvero quanti inchiostri sono utilizzati e quindi quanti colori può riprodurre la stampante; le monocromatiche impiegano un solo colore, di solito il nero. Le tricromatiche usano giallo, ciano e magenta per produrre i colori per sintesi sottrattiva, compreso il nero. Le quadricromatiche hanno i tre colori base già detti più il nero, utilizzato per le stampe bianco e nero e per comporre colori scuri più verosimili. Le esacromatiche hanno in più due tinte chiare di ciano e magenta, per rendere meglio le mezzetinte.
  • Risoluzione massima: il numero di punti stampabili sulla carta per unità di lunghezza, che può differire tra il senso orizzontale e verticale. Di solito si esprime in punti per pollice lineare, "dot per inch" (DPI).
  • Velocità: il numero di pagine (normalmente A4) che può essere prodotta per unità di tempo, di solito espressa in pagine al minuto. Questo parametro differisce molto a seconda che si stampi un testo bianco e nero oppure una fotografia, ed anche in funzione della qualità e risoluzione impostate.
  • Costo per copia stampata: quando si ha un uso intensivo della macchina, più importante del costo di acquisto sono i costi operativi, dovuto a inchiostri o toner, tamburi, testine, elettricità e quanto altro è necessario per stampare un singolo foglio.

E' utile ricordare anche che sono ormai diffusissime le cosiddette stampanti multi-funzione, ovvero delle stampanti che contengono anche uno scanner e a volte un fax. Quindi se non possiedi uno scanner e/o un fax o se pensi che possano esserti utili, potresti approfittare dell'occasione e comprare una stampante multifunzione.

Le stampanti moderne, tralasciando quelle ad aghi divenute ormai obsolete, si dividono in due categorie: le stampanti laser e le stampanti a getto d'inchiostro (ink jet).

Quale stampante comprare - immagine di una stampante hp

Stampanti a getto d'inchiostro

Le stampanti a getto d'inchiostro sono da preferire a quelle laser quando si pensa di avere un utilizzo di media intensità per la stampa di documenti con testi e illustrazioni e/o disegni.

Le cosiddette InkJet, inventate negli anni ottanta, hanno conquistato ampie fette di mercato. Tra i fattori che hanno contribuito all'attuale successo vi sono:

  1. la possibilità di eseguire stampe a colori;
  2. l'economicità della periferica;
  3. la silenziosità del processo di stampa.

Tutte qualità comuni anche alle stampanti laser, come esse infatti, fanno parte della stessa macro-categoria delle stampanti non a impatto. Le stampanti ink jet attualmente in commercio si differenziano sia per il numero massimo di colori gestiti, da 1 a 6, che per la velocità di stampa, per la risoluzione, e il formato dei fogli (A4, A3, più raramente A2).

Entriamo ora nel vivo della guida "quale stampante comprare" parlando delle specifiche da tenere d'occhio quando se ne acquista una:

  1. Per prima cosa dobbiamo tenere conto della risoluzione (1200x1200 dpi, 4800x1200dpi, …). La risoluzione si esprime in dpi, sigla che sta per "dot per inch" ovvero punti per pollice. Ovvio quindi che maggiora sarà questo valore, migliore sarà la definizione dell'immagine, ergo, sono migliori le stampanti con risoluzioni più alte;
  2. Occhio anche al formato. A4, A3 la scelta è vostra, ricordiamo solo che un foglio A3 è il doppio di un A4 e che le stampanti A3, stampano ovviamente, anche i fogli A4;
  3. La velocità di stampa (8 ppm, …fino a 20 ppm), è un parametro relativamente importante. A meno che non abbiate bisogno di stampare notevoli quantità di fogli, probabilmente non vi servirà un'elevata velocità, anche perché le stampanti moderne sono già abbastanza veloci;
  4. Il tipo di collegamento può essere usb o wifi. Personalmente penso che il collegamento senza fili wifi debba diventare uno standard, e quindi non ci rinuncerei mai. Troppo comodo è infatti stampare da qualsiasi computer abbiate in casa o in ufficio senza dover collegare fili. Se il budget ve lo consente, non dovreste avere dubbi su quale stampante comprare, wifi forever!

Consigli per l'acquisto: quale stampante Inkjet comprare? (utilizzo media intensità)

La Canon Pixma MX475 Multifunzione 4-in-1 Wireless, Risoluzione di Stampa Fino a 4800 x 1200 dpi, Nero è una multifunzione (quindi è anche fax e scanner) tra le più vendute e utilizzate al mondo e questo è sicuramente segno di grande qualità e affidabilità. Queste le sue caratteristiche principali:

  • Connettività wireless per una condivisione semplice a casa o in ufficio;
  • Supporto dell'app PIXMA Printing Solutions, Google Cloud Print e Apple AirPrint;
  • Stampe fino a 4.800 dpi e tecnologia cartuccia FINE;
  • Stampa diretta da dispositivi mobili senza connessione Wi-Fi grazie alla modalità Access Point;
  • Contenuto confezione: multifunzione, CD-ROM di installazione, cartucce FINE (a colori, nero), manuali e altri documenti, cavo di alimentazione;
  • Stampa fronte retro manuale.

Stampante a getto d'inchiostro

 

Le stampanti Laser

Le stampanti laser, rappresentano il punto di riferimento per la qualità delle stampe di testo in bianco e nero e si propongono con successo ad un'utenza che spazia dal piccolo al medio ufficio,  fino a diventare il dispositivo di stampa per eccellenza per reti informatiche grazie all'ottima velocità, qualità di stampa ed economicità d'uso.Fino a qualche tempo fa, le stampanti laser a colori, pur avendo una resa grafica inferiore rispetto a quelle InkJet costavano decisamente di più.

Di recente invece il prezzo di queste stampanti è diventato più competitivo e forse proprio questo ha creato il quesito che da il titolo a questo articolo, ovvero, quale stampante comprare? Ribadiamo anche qui quindi, il concetto ribadito sopra e cioè quello secondo il quale, quelle laser sono più adatte a chi deve effettuare un gran numero di stampe.

Le specifiche da tenere d'occhio sono praticamente le stesse di quelle delle stampanti ink jet e sono di seguito riportate:

  • risoluzione (1200x1200 dpi, 4800x1200dpi, …);
  • formato, A4, A3 (nel caso delle stampanti laser le A3 sono decisamente più costose);
  • velocità di stampa (8 ppm, …fino a 20 ppm);
  • tipo di collegamento, che può essere usb o wifi (WiFi tutta la vita).

La stampante laser che vogliamo consigliarvi è la  MFP HP LaserJet Pro M125nw. Una stampante WiFi compatta ed economica che si adatta perfettamente alle esigenze di un piccolo ufficio. Esegue le funzioni di stampa, copia e scansione. E' una stampante b/n e l'A4 è il formato più grande che supporta.